Il legno è un materiale che la natura ci da gratuitamente attraverso le piante. Esistono al mondo centinaia di specie di piante che ci donano dei legni meravigliosi ed ognuno ha una sua caratteristica e singolarità.
Ogni tipologia di legno è destinato ad una particolare lavorazione, a seconda del luogo di provenienza, del suo grado di durezza, delle caratteristiche meccaniche, della resistenza agli attacchi da funghi o parassiti.
Il legno massello si ricava dal cuore del tronco della pianta, detto tecnicamente “durame”.
E’ la parte più pregiata perché è la più vecchia della pianta e quindi la più stabile ed anche meno soggetta ad essere aggredita da parassiti.
Con il legno massello possiamo realizzare porte e mobili che sono di un’eccellente qualità per la solidità, per la preziosità del materiale e per la bellezza, perché appunto ogni tipo di pianta ha una sua particolare venatura, un colore ed un profumo diverso dall’altra. Ad esempio tutti i mobili antichi che troviamo nelle residenze storiche od anche quei mobili che qualcuno ha la fortuna di avere in casa perché lasciati dai nonni, mobili che si trovano impolverati ed un po’ traballanti nelle cantine e che con una buona restaurata tornano ad essere nuovi.
Inoltre cosa molto importante è che il legno è un materiale “igroscopico” ovvero capace di assorbire l’umidità presente nell’ambiente, la immagazzina e la rilascia poi nell’aria, mantenendo sempre nell’ambiente una condizione equilibrata e sana. Pensiamo quanto questo può essere importante nei luoghi ove soggiorniamo per parecchio tempo, nella camera da letto, nella camera dei bimbi.
Non dimentichiamo che il legno è stato uno dei primi materiali utilizzati dall’uomo, inizialmente come combustibile per cuocere i cibi, per scaldarsi e per fondere i metalli, poi successivamente come materiale da costruzione per realizzare case, recinzioni, attrezzature per le lavorazioni nei campi, navi, barche, carozze ecc.. E’ stato sempre a fianco dell’uomo, ed anche oggi, anche si sono stati creati nuovi materiali il legno, per alcune cose è sempre insostituibile.

E’ una risorsa naturale rinnovabile, è riciclabile, quindi sostenibile.